Glenn Barnett

barnett

firma-barnett

Nel 1962, Glenn Barnett si ruppe il collo in un incidente subacqueo a causa del quale rimase confinato sulla sedia a rotelle. Dopo l’incidente trascorse all’incirca un anno in ospedale. Tornato a casa, suo figlio gli chiese di raffigurarlo in un’immagine e il giorno seguente disegnò una linea dritta tenendo una penna nella sua bocca: questo fu il suo primo tentativo nel disegnare con la bocca. Decise in seguito di studiare storia dell’arte per imparare le possibilità che i colori potevano offrire. Attraverso un programma venne a conoscenza della VDMFK e anche del fatto che altre persone disabili dipingevano senza l’uso delle mani, come lui. Di conseguenza continuò a sperimentare svariate tecniche di pittura e nel 1971 venne pubblicata la sua prima opera. Nel 1974 diventò membro a pieni titoli della VDMFK.
Alla fine degli anni 70, scelse lo strumento con il quale dipingere optando per gli acrilici. Il suo tema preferito è il paesaggio indigeno australiano. Nel corso degli anni presentò le sue opere al pubblico in numerose mostre personali e partecipò inoltre a numerose mostre collettive. Gli piace parlare delle sue esperienze e spesso organizza delle conferenze nelle quali mostra al pubblico la sua tecnica artistica.